2puntozeropertutti

2puntozeropertutti si ferma qua.

mer, 5th ottobre, 2011 - Posted by - (3) Comment

2puntozeropertutti è nato alcuni anni fa come esperimento di condivisione di contenuti.

I blogger che hanno accettato di aggregare anche qui alcuni dei loro post li trovate nella pagina chi siamo.

2puntozeropertutti è stato un esperimento, uno dei tanti nella rete, grazie esclusivamente alla buona volontà e alla disponibilità di chi ha voluto dare una mano.

Ma il tempo passa e quello che poteva essere una cosa utile prima, può diventare inutile in seguito ed è quello che sta succedendo a 2puntozeropertutti.

Per questo è stato deciso di sospendere l’aggregazione di ulteriori post dai blog collegati, che continueranno ovviamente a pubblicare presso le loro pagine.

Il dominio e lo spazio sono stati comunque rinnovati, cosi che i contenuti e i link a queste pagine non vadano perduti. Solo che non ci troverete più niente di nuovo.

Può darsi che in futuro diventerà qualcosa d’altro. Lo scopriremo.

Per il momento grazie a tutti quanti hanno scritto, letto o commentato queste pagine. E’ stato un piacere avere a che fare con voi.

 

 

Category : 2puntozeropertutti

Ossessionati dal TIP

gio, 18th agosto, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

In questo periodo di vacanza in Nord America ( live blogging sul blog dedicato: http://blog.gigicogo.it ) sto facendo nuovamente i conti con il famigerato “tip”.

Chiariamo subito che la consuetudine mi è nota, avendo spesso viaggiato da queste parti del pianeta. Si tratta di un extra, da corrispondere a fine pasto, relativo alla mancia, al servizio o al coperto (per intenderla come la vediamo noi) in quanto, specialmente negli Usa, i camerieri, i cuochi e i lavapiatti, non vengono stipendiati ma, da questo contributo, ricavano i loro emolumenti, o parte di questi.

In Canada è un po’ diverso perchè lo scontrino riporta anche altre voci che, spesso, arrivano fino a tre tipologie di tasse. Dunque, quando si legge un prezzo sul menù, bisogna sempre sommare queste tasse e il “tip” per fare un conto totale dell’ esborso.
Ma a quanto ammonta il “tip”(mancia)?
Bella domanda. Diciamo dal… al… fino al… Chiaro no?

Allora, andiamo con ordine e vediamo le convenzioni. Negli Usa si tende a stimarlo nell’ ordine del 20%, dunque a una cena di 50 dollari vanno sommati 10 dollari di tasse e 12 di mancia, più o meno. In Canada si va al 15% di mancia, ma le tasse incidono maggiormente.

Detto questo, è obbligatorio pagarlo? No, ma vale la regola di cui sopra e la consapevolezza che, se non lo si paga, il personale dipendente ci rimette, mentre il proprietario fa salvo il profitto, comunque, e il governo, con le tasse, pure.
C’è dunque un anello debole che va tutelato e, per fortuna, sulla ricevuta che viene consegnata a fine pasto, e persino su quella della carta di credito c’è lo spazio per indicare l’importo della mancia.

A dire il vero la convenzione tacita e non regolamentata, assegna al cliente la facoltà di esprimere la soddisfazione, deducendola dall’ importo del “tip” che si intende pagare. Diciamo che, negli Usa, 20% di mancia significa ottimo, 15% buono, 10% così, così e se…. no, non provatevi a non lasciarla, vi insultano.

Complichiamo ancora le cose. Ma se il pranzo fa schifo e non voglio pagar la mancia o la voglio ridurre al minimo, ci rimette il cameriere, non il proprietario. Simpatici vero?

Strani per noi europei. Davvero strani. In Canada, poi, c’è un’ altra consuetudine, quella di proporre il ” suggested tip”, con due voci: “minimum” e “suggested”.

I camerieri, per conquistarsi il massimo del “tip”, vi ronzano attorno tutta la durata della cena e vi fanno sorrisi, salamelecchi e profondono “enjoy” come piovesse. Poi (sempre in Canada), a fine pasto si agitano come dei forsennati per farvi pagare il tip e vi dicono anche (falsità) che il 15% è la percentuale consigliata dal governo. Ribadisco è una menzogna.

Dunque, ecco come ci tuteliamo quando arriva il cameriere agitato e sudato per riscuotere il suo “tip”:
a) decidiamo in autonomia la percentuale in base alla soddisfazione e al servizio ricevuto
b) non indichiamo l’importo nelle ricevute
c) non schiacciamo il tasto “add tip” sulle macchinette di riscossione carta di credito
d) paghiamo solo l’importo della cena, e delle tasse governative, con moneta elettronica
e) lasciamo la mancia in denaro contante.

Enjoy your meal :-)

Category : 2puntozeropertutti

Recensione

gio, 11th agosto, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

wpid cittadinanzadigitale applicando Recensione

Su applicando, in edicola.
Enjoy

Category : 2puntozeropertutti

Ferie

sab, 6th agosto, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

Il blog va in ferie. Il bloggante è in viaggio, più o meno da queste parti:


Visualizza

Da Boston a Montreal e ritorno in una mappa di dimensioni maggiori

Forse un amica annaffierà il blog, di tanto in tanto :-)

Per gli update sulle vacanze, c’è sempre il blog di viaggi: http://blog.gigicogo.it

Ciao

Category : 2puntozeropertutti

E poi ……

gio, 4th agosto, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

…. non meravigliamoci della corruzione.

tumblr lp9fec001J1qz4w7vo1 1280 E poi ......

Quando la Pubblica Amministrazione (più grosso committente in asoluto) non paga, tutto può succedere, anche l’illecito, pur di farsi pagare. Purtroppo.

Category : 2puntozeropertutti

Cucù

lun, 1st agosto, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

C’è qualcuno? Cucù!
Dura vero? Per me si. Son giorni che non bazzico sui social, e anche voi (miei affezionati lettori) mi sa che siete tutti in ferie, come è giusto che sia.

Dunque, tecnologie digitali, social web, open data e open government, tendenze e nuovi stili di vita, ma chi se ne frega. Stacchiamo tutto e ci si riciccia a Settembre. Però, prima di lasciarvi, un paio di riflessioni su Turismo e web.

%7B396d5ae2 2006 475a 9f6d 7ef8746682b5%7D Cucù

Lo spunto mi viene offerto da questa bella immagine che mi ha segnalato Caterina e che mi ha fatto riflettere, non poco, sui nuovi stili di vita e sull’empowerment degli utenti che viaggiano con l’ausilio del web.

Erano gli anni ’90 quando già sfogliavo la rete per trovare sistemazioni. Certo, pochi erano i siti interessanti e spesso offrivano al massimo un indirizzo email, una foto e un numero di telefono. Ma ne valeva la pena, anche per premiare chi credeva nella rete.

Oggi abbiamo le mappe interattive, i diari di viaggio, i blog specializzati e tanti sistemi per organizzare il viaggio. Senza contare poi l’attrezzatura al seguito per fotografare, bloggare, taggare e, soprattuto, fare checkin con i sistemi di geotagging.

Dunque, veniamo al punto e proviamo a condividere un metodo che, ovviamente, è del tutto soggettivo:

A) La ricerca: Metamotori (Tripadvisor, Kayak, Opodo, ecc. ecc.) ne esistono a centinaia, ma non sono quasi mai il mio punto di partenza. Diari di viaggio (Turistipercaso, tanto per citarne uno o Tripwolf?) nemmeno. Qqello da cui parto sono quasi sempre i siti regionali. Nel caso del viaggio che sto programmando ve ne segnalo tre, tutti diversi, ma tutti con delle peculiarità interessanti:

Tutti, comunque, sono presenti con un buon presidio anche sui canali sociali, Twitter e Facebook in primis.

B) L’organizzazione: Qui sono un po’ fanatico, lo ammetto. Di stumenti ce ne sono diversi in rete ma, da anni, sono affezzionato a Tripit.com. Il perchè è semplice, oltre alle fondamentali capacità organizzative va sottolineata la funzionalità di alimentazione automatica che fa perdere davvero poco tempo. In pratica si può decidere di importare l’organizzazione di un viaggio dal proprio calendario (Google Calendar per esempio) o meglio ancora, inoltrando le email di conferma dei vettori aerei, o degli albergatori: http://www.tripit.com/uhp/supportedVendors

Anche se non potrei fare a meno di Tripit, conservo tutte le prenotazioni in una cartella di Dropbox e in taccuino di Evernote, in questo modo la casella di posta in arrivo è bella pulita e posso sempre recuperare i documenti anche dal palmare.

Ovviamente mi organizzo il tutto anche con Google Maps, per poter accedere ai percorsi via tablet o via palmare quando il GPS è disponibile. Nel caso di questo viaggio imminento ho preparato una mappa ad hoc:


Visualizza

Da Boston a Montreal e ritorno in una mappa di dimensioni maggiori

C) Durante il viaggio: Un piccolo tablet (Samsung Galaxy tab) e un palmare qualsiasi, con tutte le apps che si interfacciano con i servizi suddetti (Dropbox, Tripit, Gmaps, Evernote, ecc. più, ovviamente tutti i social: Foursquare, Facebook, Twitter, ecc. per lo status, le foto ecc.)

D) Dopo il viaggio: Il mio blog dedicato ai viaggi: http://blog.gigicogo.it/, le foto su Flickr e, ovviamente il mitico Tripline che, senza colpo ferire, autocompone le mappe di viaggio, prendendo i dati dai checkin di Forsquare, piuttosto che dalla programmazione di Tript, ma anche di Facebook, Flickr o Twitter e che, alla fine, genera giochini come questo:

Che ve ne pare? Posso partire?

 

Category : 2puntozeropertutti

Non li capisco

dom, 31st luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

Davvero, a volte, gli americani non li capisco.

014600788 694ebb0c 07ba 4e95 b874 11e07ee05897 Non li capisco

Sono settimane che ci tengono con il fiato sospeso per i veti incrociati di democratici e repubblicani. Insomma un voto bipartisan sarebbe una bella cosa, che unisce, che si eleva a senso dello stato, a “interesse nazionale” condiviso. Bellissimo.

Eppure non succede, ancora non sappiamo se raggiungeranno l’accordo e siamo tutti in ansia.

Ma, perdinci, basterebbe che un paio di Scillipoti o Razzi passassero dalle fila dei repubblicani a quelle dei democratici (partito di governo) e il gioco sarebbe fatto. Possibile che il made in Italy sia così in ribasso?

 

Category : 2puntozeropertutti

Terzo giorno di Openbikeitalia

ven, 29th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

20110727 pista ciclabile via sansovino mestre Terzo giorno di Openbikeitalia

CIVIC HACKING: “Citizen developing their own applications which give people simple, tangibile benefits in the civic and community aspects of their lives“.

Vi ricordate i temi sull’eParticipation digitale? I totem come Fixmystreet e Mybikelane?

Ecco, su questi temi e sull’incapacità di tradurre in pratiche il senso civico e la voglia di partecipare sui palinsesti digitali, abbiamo discusso per anni, quasi a vlerci tafaziare: “da noi non si può fare”, “la delazione non passa”, “la privacy”, ecc. ecc.

Poi è arrivato Iris in Comune a Venezia e poi altri si sono aggiunti.

In questi giorni di calura, mi sono ispirato a Mybikelane per un esperimento sui social network. Essendo abbastanza arrabbiato sullo stato di abbandono delle piste ciclabili nella mia città, ho provato a spostare la dinamica di Mybikelane da un sito dedicato a un social network. Ecco la ricetta:

Ingredienti:

- Una pagina Facebook: http://www.facebook.com/openbikeitalia

- un po’ di spam mirato con i propri amici su Twitter, Facebook e Google+

- un evenuale blog di appoggio per la propria città (ma non è necessario)

- un telefono cellulare con macchina fotografica (ormai ce l’hanno quasi tutte)

- un po’ di indirizzi email e numeri di telefono dei vigili urbani, degli assessori al traffico e dei quotidiani locali:

http://ricerca.gelocal.it/nuovavenezia/archivio/nuovavenezia/2011/07/28/VMBPO_VMB02.html

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=157720&sez=NORDEST

Vi aspetto numerosi su Facebook per dirmi cosa ne pensate e, sopprattutto, per vedere i contenuti fotografici che porterete in arricchimento al progetto: http://www.facebook.com/openbikeitalia

Category : 2puntozeropertutti

Openbike

mer, 27th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

Nonostante il caldo e il periodo di vacanza, in diversi mi hanno scritto (principalmente via Facebook e Google+) per sostenere la causa sulle piste ciclabili.

Nulla di eclatante, un po’ di denuncia dal basso, utilizzo di strumenti sociali, ecc. Oggi dopo aver postato un altra storia, mi è stato suggerito di aprire una pagina su Facebook, in modo che anche altre città possano aggregarsi e, soprattuto, che sia più facile per gli utenti postare foto dal cellulare o palmare.

Detto fatto:http://www.facebook.com/pages/OPENBIKE/153274418080087

 

 

Category : 2puntozeropertutti

Meglio un Mac

mar, 26th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

Stamane, un utente ha postato su Twitter questa foto:

mcdonalds Meglio un Mac

In pratica è il volantino con le istruzioni per collegarsi al WiFi gratuito di McDonald. Servono altre parole? …..
Windows VS Mac … McDonalds Wi-Fi Guide “Says it all!

via, via

Category : 2puntozeropertutti

Battaglia personale, ma …

mar, 26th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

…. se volete unirvi alla mia battaglia personale (purtroppo il mitico MybikeLane è ormai un disastro da un punto di vista del funzionamento), potete sempre farlo, aprendo altri blog e creando un piccolo circuito.

Altrimenti non importa, mi diverto un po’ da solo: http://bikemestre.blogspot.com/

Venezia 20110726 00290 Battaglia personale, ma ...

Category : 2puntozeropertutti

Angelus

dom, 24th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

135012541 2f1660a1 0826 49e4 976a 3e2207620f40 Angelus

“… e nessuno può, e mai potrà, usare il cristianesimo, il nome di Cristo o pronunciarsi cristiano per giustificare un atto orrendo e disumano come quello commesso venerdì in Norvegia.…”.

No, non lo ha detto. Non lo ha detto, e da cristiano ci son rimasto molto male.

Category : 2puntozeropertutti

Where the Hell is Napoli?

gio, 21st luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

Tre anni fa spopolava in rete questo video: http://youtu.be/zlfKdbWwruY sicuramente uno dei più visti e apprezzati.

Da un paio di giorni un riadattamento partenopeo ci sta facendo riflettere non poco. Bravi!

 

Category : 2puntozeropertutti

Un apoteosi di dataset

gio, 7th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

open data read write society Un apoteosi di dataset

Lo so, son fissato. Ne avevo parlato in tempi non sospetti su Vancouver, E vi ricordate di Twitter?

Ok, son loro che sono avanti su tutto. E ora, fate un bel respiro e date un occhiata a cosa riecono a fare con gli Open Data: http://edmonton.socrata.com/

Esempio straordinario di esposizine dei dataset da parte di un Ente Locale (municipalità di Edmonton nell’Alberta). Mamma mia che sogno!

 

 

Category : 2puntozeropertutti

Trova le differenze

gio, 7th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

foto silvio berlusconi tg1 Trova le differenze

06caucus obama twitter1 blog480 Trova le differenze

Come ben sappiamo, il mezzo non è importante. Ciò che conta è il messaggio e, soprattutto, la capacità e la volontà di interagire.

Category : 2puntozeropertutti

La notte della rete

mar, 5th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

Stasera:  La notte della Rete.

Sperando che questo movimento argini e sospenda il varo della delibera liberticida dell’AGCOM.


Online video chat by Ustream

Category : 2puntozeropertutti

Addicted

mar, 5th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

Category : 2puntozeropertutti

Ho un cerchio alla testa

lun, 4th luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

information overload Ho un cerchio alla testa

As usual (così fan tutti quelli che hanno un blog), bisogna dire qualcosa sul nuovo giocattolo, per cui mi accingo a fare delle considerazioni alquanto banali ma personalissime.

Google Plus sfrutta al meglio gli errori di Wave e di Buzz (fino a che punto si possa parlare di errori e non di esperimenti, non lo so) e finalmente sfonda.

Espertoni, studiosi e guru di ogni genere stanno elucubrando su similitudini e differenze con Facebook e altri socialnetwork. Io non ho tutti gli strumenti per farlo, bisognerebbe analizzare i trend di crescita degli utenti, il tempo di permamenza sul sito, il tracking dei percorsi all’interno, la raccolta pubblicitaria, e mille altri fattori e parametri. Ci sarà tempo.

Di una cosa son certo, la persona (QUELLA DIGITALE) è sempre più importante. Le sue relazioni (link) sono la base di tutto il web sociale.

Sono altrettanto certo che, rimbalzando da un SN all’altro, c’è sempre meno tempo per creare contenuti, dunque, la quantità prevale sulla qualità. L’osservazione, veloce, fugace, forse inutile, prevale sulla riflessione.
Stiamo passando il tempo a definire liste (cerchie), a bannare troll e a ricondividere all’infinito cose già viste, già dette e già discusse, a suggerire amici e ad accettare amici. Amici? Come ha perso valore questo termine.

Dov’è dunque il valore complessivo?
Certo sta negli strumenti e nella capacità di dominarli e renderli vantaggiosi ma, oggi, non vedo nessun vantaggio nel saltare da un palinsesto all’altro.

Fermiamoci un attimo, e pensiamo a cosa mettere al centro: La relazione, il contenuto o entrambi?

Non è una riflessione da poco ma, se non ne usciamo presto, sarà solo overload e consumismo.

 

Category : 2puntozeropertutti

Brambillaaaaaaaaaa!

ven, 1st luglio, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

In Agosto sarò in Canada e sto programmando il viaggio sul web, as usual.
Fra i tanti BELLIZZIMI siti turistici canadesi quello del New Brunswick mi sembra straordinario. Mette al centro dell’esperienza utente la composizione del viaggio “my trip”. Ogni scheda delle strutture ricettive, attrazioni o sottoinsiemi regionali, rimanda sempre ai siti esterni originali. C’è un grande mashup con i socialmedia, insomma Brambillaaaaaaaaaaaaaa. Sveglia.

Lo so che se non fate di mestiere gli operatori turistici, difficilmente ci darete uno sguardo, ma se vi capita, immaginate Italia.it, fatto in quel modo.

 Brambillaaaaaaaaaa!

Category : 2puntozeropertutti

E’ pur sempre un blog

lun, 27th giugno, 2011 - Posted by - Commenti disabilitati

E’ pur sempre un blog e ogni tanto, specialmente d’estate, è bello disintossicarsi da tutte queste tecnologie, dal web sociale, dall’egovernment e altri argomenti che, immagino, possano anche annoiarvi.

Dunque vi annoierò in un altro modo :-) ,  chiedendovi qualche dritta, nel caso siate in ascolto e, soprattutto, abbiate conoscenza dei luoghi che vi descrivo.

Si è deciso di tornare sulla costa orientale degli USA, e la prima tappa sarà Boston per poi salire nel Maine, visitare la Nova Scotia e il Quebec, per poi scendere nel Vermont e risbucare a Cape Cod (l’anno scorso ci è davvero piaciuta molto).

Consigli? Qualcuno è stato nel Maine? Qualcuno ha visitato il Quebec?
Ovvio che mi sto documentando sui siti specializzati ma, qualche bel suggerimento sulle cose da non perdere sarebbe ben accetto.

A buon rendere.

Category : 2puntozeropertutti