Archive for dicembre, 2007

Kwout per screenshot e quoting online

gio, 27th dicembre, 2007 - Posted by - (2) Comment

Kwout (http://www.kwout.com/). Un utile tool per catturare veloci citazioni o screen shot da altri siti e blog e embeddarli/includerli sul tuo blog o su altri siti tipo Flickr e Tumblr con un solo click.
Per catturare una citazione basta scrivere la URL nella home page di Kwout ho usare il bookmarklet con il tuo browser. Nella finesta pop up che apparirà si può selezionare esattamente cosa citare, ridimensionare la finestra e catturarla. Si ottiene così il codice embed da copiare ed incollare sul tuo blog. (crossposted da catepol)

http://www.2puntozeropertutti.it
# # # # # # # # # # # # # # # #

2puntozeropertutti via kwout

Category : Articoli

Guida di Feedburner – Troubleshootize

lun, 24th dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

Eccoci alla fine della guida. Finalmente. Il lavoro mi ha portato via un po di ritagli di tempo durante questi mesi, ma spero ne sia valsa la pena.
Se qualche anima pia ha la voglia di correggere, implementare, ecc. Mi faccia un fischio. Resto disponibile.

L’ ultima funzione che Feedburner propone, per gestire al meglio i nostri feed, è Troubleshootize. Si tratta di una serie di trucchi, consigli e servizi per monitorare lo stato dei nostri feed e riparare eventuali errori.

Provate alcuni servizi come il “ping” che vivacizza il servizio e ci da un risposta in tempo reale sullo stato del feed e, ovviamente lo spinge a fornire i suoi servizi ai vari provider immediatamente e non ogni 30 secondi come impostato per default!
Se avete la fissa di far apparire i vostri articoli in tempo reale sugli aggregatori. Usatelo!


Oppure utilizzate il servizio Feedmedic che vi effettua una diagnosi istantanea sul vostro Feed.

Nel caso evidenziato sembra essere tutto sotto controllo. Se non fosse così, oltre al report proposto, Feedburner ci invierà una email di avvertimento con i consigli su come operare sul “paziente”. Il nostro feed ovviamente.
Ultimi consigli per chi vuol approfondire:

Il Forum di Feedburner
La guida per i blogger
La guida per i Podcaster
La sezione commerciale
La sezione Networks che, un giorno, proverò a recensire

Ovviamente tutte in lingua inglese.

Licenza di questa guida che giunge al termine. Molto semplice. Fatene quello che volete e, solo se vi sembra utile, riportate gli estremi di dove l’avete trovata.

Crosspost da: Webeconoscenza

Category : Articoli

Guida di Feedburner – Guadagnare con i Feed

lun, 24th dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

Feedburner mette a disposizione un servizio di business che ci permette di guadagnare con i nostri feed.
Dal pannello principale è necessario spostarsi sulla sezione Monetize e quindi sulla funzione Review/Approve.

Da qui avremo accesso a tutti i parametri di configurazione del nostro conto (bill). Mi raccomando, è importante cliccare sul link in basso a sinistra sulla spalletta del menu: Edit Your account payment info, altrimenti non potremo avere accesso ai pagamenti.

Il pannello che appare dopo aver cliccato, è molto ricco e non posso esplicitarlo tutto perchè contiene riferimenti alle carte di credito, agli account paypal, ecc. Ovviamente Feedburner riesce a darvi il massimo della interoperabilità con i provider di billing (Paypal o la vs. carta di credito).

Il mio consiglio è quello di condividere con Feedburner l’account di Adsense, cliccando sull’ultimo link del pannello proposto.
Avremo subito accesso alla configurazione. Anche qui non posso mostrarvi i miei dati personali, ma vi garantisco che dopo aver indicato gli estremi dell’account du Asense, vi arriverà una email da Google come questa:

Le abbiamo inviato questa email in quanto ha recentemente richiesto l’accesso ad AdSense attraverso www.feedburner.com. Per utilizzare le funzioni di AdSense attraverso www.feedburner.com, è necessario fornire al sito l’accesso al codice degli annunci e alle informazioni sul rendimento nel suo account AdSense. Per effettuare questa operazione, faccia clic sul seguente link” (che ovviamente non inserisco, essendo il mio personale :-) )

Dopo aver autorizzato Google e Feedburner (vi ricordo che i prodotti sono della stessa famiglia, quindi interoperano nativamente) avremo, da parte di Google la conferma che il nostro account di Adsense è stato combinato con Feedburner,


e, quindi, avremo accesso al pannello di gestione completo.

Sarà necessario, infine, scegliere la frequenza e la lunghezza dei messaggi pubblicitari che appariranno sul nostro feed.

That’s all! Buoni guadagni!

Crosspost da: Webeconoscenza

Category : Articoli

Guida di Feedburner – Creative Commons e gestione protetta

lun, 24th dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

Eccoci agli ultimi passi relativi alla pubblicizzazione del nostro Feed Rss con Feedburner.
La funzione Creative Commons permette di esporre sui nostri feed la tipologia della licenza adottata.

Attivando questa funzione verrà evidenziato, nei nostri feed, il tipo di licenza a cui facciamo riferimento.
Attenzione. E’ possibile esporre il logo di CC sui propri feed, ma questa funzione non può essere attivata se è già stato scelto di esporre il logo personale con la funzione Feed Image Burner.
Per la guida sulle licenze Creative Commons, rimando al sito di riferimento.

Sembrerà strano che fra i servizi proposti ci sia anche quello di Password Protection. A prima vista, con l’ottica di un blogger, questa scelta sarebbe controtendenza. Pubblicizzare restringendo?
Invece in ambito applicativo è molto importante. Immaginiamo un contesto chiuso dove SOLO ALCUNI utenti abbiano diritto a consultare dei feed. Il gioco è presto fatto.

Ultimo elemento proposto da Feedburner nella sezione Publicize è il servizio NoIndex.
Esso è studiato per prevenire l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca, nonchè da Yahoo! Pipes.
Ovviamente si cerca di prevenire l’uso dei NOSTRI feed da parte di motori che aggregano feed in modo automatico. Discutibile!

Nelle prossime puntate esploreremo, finalmente, le ultime funzioni, quelle di monetizzazione e di risoluzione dei problemi. Poi la guida sarà completa! O così credo :-)

Crosspost da: Webeconoscenza

Category : Articoli

Guida di Feedburner – Chicklet Chooser e Awareness API

lun, 24th dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

Come sempre vi ricordo di consultare gli articoli precedenti su questa guida per una comprensione più approfondita sul servizio di Feedburner.

Oggi vediamo altre due funzioni relative alla pubblicizzazione dei nostri feed.
Chicklet Chooser permette di predisporre tutta una serie di bottoni grafici che possano fidelizzare l’utente con l’aggregatore che usa, o che vuol usare, per leggere i nostri articoli e quelli di altri blog.
Mettendogli a disposizione il bottone, l’utente non dovrà far altro che cliccarci sopra e verrà indirizzato al suo aggregatore preferito.

Personalmente non gradisco i siti o i blog che espongono decine di bottoni. IMHO distraggono parecchio l’utente. Per cui, preferisco esporre semplicemente il bottone tipico degli RSS

magari nel colore e nello stile più affini al mio blog e poi adattarci il codice che Feedburner mi mette a disposizione con Chicklet Chooser.

La funzione Awarness API è importantissima. Essa, infatti, autorizza le applicazioni che interagiscono con Feedburner a sfruttarne le potenzialità per un infinità di usi. Ad esempio i blogger che desiderano interagire con BlogBabel per misurare i valori di blog-reaction all’interno di quel circuito DEVONO attivare le Awareness API. Senza questa attivazione Blog Babel non potrà attingere ai loro dati.

Riporto l’estratto delle Faq di Blog Babel

Come usare FeedBurner

  • Iscriviti al servizio FeedBurner creando un account;
  • crea (“burn”) un nuovo feed, basandoti su un tuo feed esistente;
  • redirigi il tuo feed esistente su FeedBurner. Questo dipende dalla piattaforma che usi, trovi le instruzioni sopra in questa pagina;
  • rendi pubblici i dati sui lettori del feed: attiva la Awareness API, nella sezione Feed | Publicize | Awareness API;
  • attiva le funzioni PRO per misurare Reach ed Item use.

Alla prossima….siamo quasi alla fine :-)

Cross post da Webeconoscenza

Category : Articoli

Guida di Feedburner – PingShot e Feed count

dom, 23rd dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

Fra i servizi di pubblicizzazione più utili, Feedburner mette a disposizine PingShot che interagisce direttamente con i vari servizi web di lettura feed come Bloglines, Technorati, ecc!

Tutti i servizi elencati, se abilitati, vengono pingati (avvertiti via rete) che è stato pubblicato un nuovo articolo sul blog. Questo aumenta, indubbiamente, la visibilità.
E’ sufficente attivare il servizio e, se i vari provider proposti non sono sufficenti, vi è una lista supplementare in continua crescita da cui attingere.

L’altro servizio proposto oggi è Feed Count. Attivando questa funzione sarà possibile pubblicare sul proprio blog il contatore al numero di sottoscrittori al proprio feed.
Mi raccomando il numero sta a dimostrare il numero di sottoscrittori, non il numero di lettori reali. Spesso sono aggregatori automatici, widget ecc. Ciò non significa che l’utente, poi, legga i nostri articoli.

Il contatore è configurabile nello stile che più si addice al proprio blog e già disponibile con il codice precompilato per la piattsforma Blogger e Typepad.
Alla prossima puntata.
Cross post da Webeconoscenza

Category : Articoli

Condividi post da Google Reader direttamente su Twitter

mar, 18th dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

E’ necessario avere la estensione Greasemonkey Firefox installata.

La trovi qui.

1. Apri Firefox e vai qui.

2. Per istallare il Google Reader + Twitter script, click su Install this script a destra nella pagina.

3. Installa.

4. vai su Google Reader.

5. Scegli l’articolo o il post che vuoi condividere su Twitter.

6. In fondo all’articolo, trovi e click su Share with Twitter.

7. Appare un box con il titolo del post e la url già inseriti.

8. Puoi ridurre il numero di caratteri utilizzati (ricordiamo che Twitter ne accetta solo 140) cliccando sul bottone del TinyURL per accorciare la URL.

9. Puoi assegnare dei Tag ed aggiungere una Note con il testo che vuoi aggiungere al tuo Tweet e poi click sul bototne Save.

10. Apparirà il box Authentication Required. Ti viene richiesto di inserire il tuo Twitter User Name e la tua Password. Click  Use Password Manager to remember this password cper non star lì a scriverla ogni volta. Click OK.

11. La tua segnalazione apparirà subito su Twitter!

(via) Crossposted da Catepol

Category : Articoli

Guida di Feedburner – I feed via email

dom, 16th dicembre, 2007 - Posted by - (3) Comment

Come sempre vi ricordo di consultare gli articoli precedenti su questa guida per una comprensione più approfondita sul servizio di Feedburner.

Oggi analizziamo una situazione atipica. Partiamo dal presupposto che non tutti i lettori dei nostri siti, o blog, possano essere a conoscenza dei lettori/aggregatori di feed o, semplicemente, potrebbero preferire un sistema di distribuzione dei nostri articoli un po all’antica. Via email, ad esempio :-)

Ecco che Feedburner ci viene in aiuto e potrà configurarsi, per nostro conto, come provider di una Newsletter/Feed!

Feedburner offre anche questo servizio, denominato Email Subscriptions:

Per personalizzarlo e offrire ai nostri lettori questa opportunità, è necessario configurare il widget che poi dovremo inserire nel nostro web.

L’interfaccia è abbastanza semplice e prevede anche l’autocomposizione, e l’interazione diretta, con le piattaforme Blogger e TypePad.
Si potrà scegliere di creare sia un widget (prima opzione) che, in alternativa, un semplice link (seconda opzione).

Il codice più corposo (quello del widget), è ovviamente modificabile e serve anche nel caso in cui si voglia creare una vera e propria pagina modulo, tipo questa.

Faccio notare nella immagine che segue, che Feedburner mette a disposizione un link per gestire i lettori che riceveranno i nostri articoli sottoforma di newsletter.
Per la privacy non espando i miei lettori ma, come vedete, ce ne sono che usano questo sistema. Non dobbiamo presumere che tutti i nostri lettori sappiano cos’è un aggregatore di feed.

A questo punto, gran parte del gioco è fatto. Già possiamo pubblicare il codice.
Ci sono, comunque, delle altre funzionalità che Feedburner mette a disposizione per rendere “parlante” la sottoscrizone alla nostra newsletter/feed.

Nella sottosezione Communication preference, possiamo ricompilare il testo della email che riceveranno i nostri lettori all’atto della sottoscrizione. In questo esempio, l’ho tradotta in italiano.

E’, inoltre, offerta la possibilità di migliorare il proprio stile comunicativo inserendo il logo grafico in ogni newsletter/feed che verrà inviata. Tutto questo è gestibile attraverso la sottofunzione Email branding, dove sarà sufficiente inserire la url della propria immagine/logo.

Ultima raccomandazione. Attraverso la sottofunzione Delivery Options, ricordatevi di settare il fuso orario e il periodo di distribuzione. Ognuno potrà scegliere l’orario più strategico.

Alla prossima puntata.

Cross post da Webeconoscenza

Category : Articoli

Guida di Feedburner – Springwidget

dom, 16th dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

Analizziamo, oggi, l’ultima funzione relativa ai widget. Infatti feedburner mette a disposizione un altra funzione self-service, legata al provier di widget: Springwidgets.

Dal menu Publicize prendiamo in considerazine la funzione apposita, chiamata appunto Spring Widgets Skin.


I passi sono abbastanza semplici:
A) Create un logo grafico del vostro sito o del vostro blog
B) Trovatevi un hosting per il file grafico: Flickr o Picasaweb vanno benissimo. Ma potete utilizzare anche il vostro blog o sito. L’importante è che l’immagine sia delle dimensioni 480px x 75px e del formato JPG.
C) Puntate il servizio sull’immagine e fate un preview per essere sicuri che Feedburner l’ha presa in pasto.
D) Attivate il servizio dal bottone “activate” e vedrete apparire il widget che appare anche qui sotto:

Get this widget!

Navigate un po fra le opzioni e vedrete che è compatibile con tutte le piattaforme.
Alla prossima puntata.

p.s. dimenticavo. L’effetto liquido del logo lo costruisce in automatico! Comodo no?

Cross post da: Webeconoscenza

Category : Articoli

La Guida di Feedburner – BuzzBoost per pubblicizzare il feed

gio, 6th dicembre, 2007 - Posted by - Commenti disabilitati

Nelle ultime puntate di questa guida abbiamo visto i primi elementi di pubblicizzazione legati alla diffusione della email o di semplici widget.

Oggi ci soffermiamo sulla funzione BuzzBoost che permette di pubblicizzare in modalità cross-post ,su qualsiasi sito o blog, grazie a del semplicissimo codice html e javascript.

In pratica questo servizio non prevede la sottoscrizione al feed (modalità pull) ma lo promuove direttamente su un altro aggregatore on line (modalità push).
Sta a noi scegliere dove metterlo. In questo caso userò il mio sito web personale.

Il settaggio dei parametri è abbastanza intuitivo. Richiede infatti il numero di elementi da visualizzare, il numero di parole estratte dal contenuto, la data, i link attivi, ecc.

Una volta personalizzato il tutto e salvato il lavoro, verrà offerto il codice da applicare sul sito o sul blog. Le offerte di base sono riferite alla piattaforma Blogger o Typepad, ma la cosa carina è che si può adattare il javascript a qualsiasi piattaforma e, grazie a un po di lavoro di cesello sui css renderlo omogeneo al look&feel del proprio sito.

Ecco quindi il codice in anteprima:



E la sua visualizzazione come può apparire sul mio sito personale, integrata con lo stile dello stesso:

alla prossima puntata.

Cross post da webeconoscenza

Category : Articoli

2Spaghi: il network italiano delle buone forchette

mer, 5th dicembre, 2007 - Posted by - (2) Comment

homepage di 2spaghiUno dei punti di forza del nostro Paese è rappresentato senza ombra di dubbio dal settore gastronomico: da Nord a Sud vantiamo specialità culinarie senza pari, non siete d’accordo?!

E proprio le buone forchette trovano pane per i loro denti su 2Spaghi, il primo network 2.0 di ristoranti e locali italiani, fatto dagli e per gli utenti.
Convinti sostenitori del social networking e della condivisione di saperi (e sapori), i creatori di 2Spaghi hanno realizzato nel 2006 un bellissimo sito di nuova generazione non solo per lo stile, ma anche e soprattutto per le tantissime attività di interazione con gli utenti.

Attraverso una ricerca per tag, si può trovare il posto giusto per le proprie esigenze “alimentari” digitando il nome del ristorante (se già lo conosciamo), della città oppure del tipo di piatto preferito. Questa sorta di ricerca “incrociata” ci pone di fronte ad un elenco di risultati localizzati su una mappa interattiva e, cliccando sull’icona che contrassegna ogni ristorante, possiamo visualizzarne la scheda completa di indirizzo, recapiti e così via.

ristorante su 2SpaghiLa semplice lettura diventa interazione se decidiamo di aprire un account (ovviamente gratuito) su2Spaghi: in questo modo ci si costruisce un profilo accessibile da una pagina personale con i propri dati, foto, preferenze culinarie, lista di ristoranti preferiti, voti, commenti, tags, SpagoFriends, insomma il riepilogo della propria attività nella community.
Si può persino creare un proprio blog 2Spaghi, scegliendo tra molti templates di WordPress personalizzabili!

Ogni SpagoFriend può cercare e, soprattutto, aggiornare, aggiungere e modificare le informazioni sui ristoranti, secondo le proprie conoscenze ed esperienze, creare un elenco personale di ristoranti preferiti, classificare per tags, commentare, votare, salvare le coordinate gps e così via.

Da qualche settimana, poi, il team di 2Spaghi ha aggiunto alcune nuove funzionalità per coinvolgere ancora più attivamente gli utenti:
continue

Category : Recensioni