Come difendere la propria casa.

Come difendere la propria casa.

È vero: i furti in appartamento sono decisamente aumentati negli ultimi anni. Ma risulta decisamente una scelta schizofrenica dotarsi di un'arma quando un piccolo malvivente può entrarvi in casa dando una spallata alla porta di ingresso o forzando un vecchio serramento con un banale cacciavite.

Prima di farvi prendere dalla paranoia quindi è meglio fare un viaggio nel mondo delle cosiddette difese passive. Insieme all'azienda Gioma Srl che si occupa di porte blindate in Friuli, parleremo della difesa passiva per eccellenza, la porta blindata appunto.

Al di la delle scelte estetiche o dei modelli più funzionali per l'installazione presso la vostra abitazione, nella scelta di una porta blindata conta molto la classe di sicurezza.

Le classi di sicurezza sono state definite a livello europeo dall'unione dei costruttori di chiusure tecniche e sono raccolte in una scala con 6 livelli di sicurezza.

Ogni livello di sicurezza risulta calibrato su un determinato tipo di locale (appartamento, casa isolata, negozio, gioielleria) e sulla base dei beni in esso custoditi. Appare quindi chiaro che prima di scegliere una determinata classe di sicurezza, sia necessario fare una corretta valutazione di quale sia il livello di sicurezza necessario per la nostra casa. Quello che effettivamente la casa custodisce potrebbe essere percepito in maniera diametralmente opposto dalla mente del mal intenzionato che ha deciso di entrarci in casa.

Per questo motivo risulta fondamentale necessario affidarsi ad un professionista della vendita dei portoncini blindati. Potete ricercare online recensioni ed opinioni sia sullo specifico negoziante sia sul marchio di porte blindate di cui è venditore. Vi anticipiamo che tendenzialmente vengono proposte porte blindate che rientrano nelle classi 3-4-5-6, dove la sesta come si può immaginare è la classe che garantisce un livello di sicurezza più elevato, capace di resistere ad uno scassinatore esperto e dotato di strumenti elettrici dalla grande potenza.

Se quindi in base alle valutazioni fatte insieme ad un esperto venditore di porte blindate, la classe di sicurezza adatta alla vostra porta risulta alta, mettetevi in cuore in pace e sostenete la spesa che vi è stata preventivata. La buona notizia è che le porte blindate ad oggi possono essere acquistate usufruendo di almeno tre incentivi fiscali, ovvero detrazioni IRPEF. Questi tre incentivi sono: bonus ristrutturazioni, bonus sicurezza o ecobonus se la porta blindata presa in considerazione migliora l'efficienza termica della vostra casa. I tre incentivi non sono cumulabili ovviamente ma sono caratterizzati comunque da un'alta percentuale che ammonta al 50%.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *