Cosa sono le zanzariere plissettate

Ormai molte case si armano di zanzariere per far si che zanzare ed altri insetti rendano la casa insopportabile, soprattutto quando la primavera è alle porte. Il punto a favore di ogni zanzariera è che, avendo una rete a trama stretta, non ha un grande impatto visivo e fa si che entri comunque la luce e l’aria fresca. Il tipo di zanzariera detta plissettata è così chiamata per la forma della sua rete pieghettata. Il prodotto è molto funzionale dato che vi sono tante possibili varianti relativa all’apertura, che può essere sia verticale che orizzontale, e vi è anche una vasta gamma di soluzioni per porte, finestre e porta-finestre di notevole ampiezza. La funzionalità è anche dovuta al fatto che la rete è quasi a scomparsa: in chiusura le pieghe riducono al massimo l’ingombro di questo tipo di prodotto.

La durabilità invece è garantita da una grande resistenza agli urti ed alla qualità dei materiali che uniti ad un facile montaggio rendono questo tipo di zanzariera una delle migliori soluzioni del genere. Al fine però di preservare la qualità e il funzionamento è necessario effettuare una pulizia regolare che, nel paragrafo seguente sarà illustrata passo passo.  

COME PULIRE LE ZANZIARIERE IN POCHI SEMPLICI PASSI

Premettendo che professionisti come Sharknet sanno come pulire le zanzariere, nella maniera più corretta, per non avere problemi di funzionamento. e non far entrare troppa polvere ma solo aria pulita è necessario effettuare una pulizia accurata ogni tre mesi. L’importante è fare molta attenzione perché se non si segue il procedimento con attenzione e pazienza si rischia di rovinarle, deformarle o, peggio, di bucarle. Il pericolo che polvere e sporco si incastrino nelle pieghe della zanzariera è ovviamente da considerare. Infatti le plissettate tendono a sporcarsi molto più facilmente rispetto a quelle dritte. Inoltre non si po' fare altrimenti dato che le zanzariere sono a diretto contatto con il giardino o comunque con l’esterno e di conseguenza catturano povere e polline in grande quantità. Proprio nei mesi caldi quindi è necessario lavarla più spesso e, se si effettua una scelta di qualità optando per le reti idrorepellenti, può essere lavata ogni volta che si ritiene necessario, facendo un investimento sulla durabilità del prodotto. In particolare vanno effettuati tre passaggi fondamentali:

1. In primis va pulita accuratamente la guida in cui scorre la zanzariera che solitamente è fissata al pavimento. Questo può essere effettuato utilizzando una semplice aspirapolvere, diventando una semplice pulizia che rientrerebbe nelle solite pulizie casalinghe.

2. Evitare di utilizzare assolutamente qualsiasi tipo di solvente e detergente che potrebbe macchiare in modo irreversibile la zanzariera. Essendo reti di poliestere, i solventi potrebbero causare antiestetiche macchie che rovinerebbero il fascino di queste eleganti zanzariere. Sul Web alcuni consigliano di usare aceto e detersivo per i piatti ma, essendo soluzioni acide è meglio evitare. Altri invece consigliano l’utilizzo di ammoniaca e di strofinare con forza, ma ciò potrebbe causare delle deformazioni e rendere la zanzariera inutile.

3. Per effettuare una pulizia accurata è meglio chiudere la zanzariera e pulire con un panno umido con acqua circa 20 cm per volta, effettuando dei movimenti dall’alto verso il basso. Al termine del procedimento le zanzariere saranno come nuove, non appena si saranno completamente asciugate.

Infine una soluzione facile e veloce potrebbe essere quella di optare per i pulitori a vapore che abbaino una particolare bocchetta che nebulizzi l’acqua. Se si è in possesso di questo strumento basterà chiudere le tapparelle o le persiane e aspirare delicatamente con l’aspirapolvere la polvere utilizzando una boccetta piccola, ad esempio quelle fornite per la pulizia dell’auto. Per questo passaggio alcuni preferiscono utilizzare un compressore ma, a parte il fatto che non tutti ne hanno uno, bisogna calibrarlo a non più di 8 bar e utilizzarlo con attenzione: in ogni caso il compressore farà volare via la polvere in modo incontrollarto tanto da riusultare ancora più fastidioso. Infine bisogna utilizzare il pulitore a vapore facendo molta attenzione a mantenere una buona distanza, dato che la potenza del getto potrebbe rovinare le pieghe della zanzariera plissettata.

You may also like...