Il ricevimento di matrimonio: come scegliere il ristorante

La giornata del matrimonio vede il coronamento di tante attese e pianificazioni: la tensione accumulata organizzando si scioglie nella felicità di avere finalmente raggiunto un traguardo tanto desiderato, e nel piacere di festeggiare insieme a parenti ed amici questo momento così prezioso. Naturalmente, tuttavia, anche questa possibilità di festeggiare richiede che, prima, si sia provveduto ad un’ennesima, attenta pianificazione ed organizzazione: ma per fortuna, scegliere un locale adatto al proprio ricevimento, in qualsiasi grande città, non è difficile se si procede con buonsenso e metodo. E sicuramente si ha l’imbarazzo della scelta!

Per prendere una decisione intelligente e ben orientata, bisogna tenere in mente pochi e semplici criteri, che di certo non rappresentano nulla di trascendentale, ma che può esser facile perdere di vista nella confusione delle tante altre cose da organizzare, dagli abiti, alle decorazioni, alle partecipazioni. Teniamo quindi presente pochi punti fissi:

1- la grandezza del locale.
Quanti invitati vogliamo avere? Non a tutti piace una festa di nozze con centinaia di invitati: c’è chi gradisce una riunione intima con poche decine di persone, mentre ad altri niente dà maggior soddisfazione che vedere una sala colma di persone, a centinaia, che festeggiano insieme. Per fortuna esistono ristoranti di ogni dimensione: l’importante è pianificare bene quale fa per noi. Non vogliamo che i nostri invitati siano stretti ai tavoli e scomodi, ma non vogliamo neppure che la sala sembri vuota nonostante tutti gli invitati siano presenti. Soprattutto se vogliamo prevedere uno spazio aperto al centro dei tavoli, magari come piccola pista da ballo, è bene calcolare fin dall’inizio il rapporto fra spazio e invitati.

2- il tipo di locale
I tempi in cui tutti i ricevimenti di nozze erano uguali fra loro, arrivando perfino ad avere gli stessi dettagli nella decorazione, nella disposizione dei tavoli, addirittura nel menù, sono ormai lontani: oggi anche questo, uno degli ultimi baluardi del conformismo, si sta erodendo, e sono decine i diversi temi che è possibile, volendo, dare al proprio banchetto. Buffet in piedi, pranzo al tavolo, serata danzante, festa in giardino, non importa cosa vi attiri di più: con una ricerca puntuale e precisa, potete stare certi di trovare il ristorante che darà la giusta atmosfera al nostro pranzo.

3- il menù
Siamo al punto forte! Al di là dei mille altri dettagli che potranno rendere la festa piacevole per tutti gli invitati, poche cose verranno ricordate, naturalmente, quanto il cibo che è stato servito. E qui c’è davvero da sbizzarrirsi! La cosa importante è bilanciare i propri gusti, e il tema del ricevimento (se ce n’è uno) con i gusti dei propri invitati: volete che tutti siano soddisfatti, sazi e contenti. Qui ancor più che negli altri punti, il ristorante potrà venirvi in aiuto per organizzare i dettagli.
4- l’intrattenimento

Soprattutto se ci sono molti invitati giovani o giovanissimi, la festa non potrà limitarsi allo star seduti a mangiare. Ormai è quasi una prassi riconosciuta prevedere della musica e degli spazi per ballare. Valutate i vostri gusti e cosa potrebbe piacere ai vostri amici, e scegliete che genere di canzoni suonare, e se preferite musica registrata, dal vivo, o magari un vero e proprio DJ!

5- il budget
Purtroppo, non è possibile prescindere da questo ultimo punto. Soprattutto se dovete prenotare un intero ristorante per accogliere tutti gli invitati, i costi dovranno essere attentamente osservati e bilanciati. Non perdete però di vista il fatto che la scelta di festeggiare in un ristorante è comunque, in media, sempre più economica che quella di organizzare il tutto in qualche villa, dovendo poi provvedere a parte al catering, alla decorazione, e all’organizzazione.

You may also like...