Sanitari, quali i tipi di materiali tra cui scegliere

Può capitare di acquistare una nuova casa oppure di voler ristrutturare quella in cui si vive da molto tempo e quindi si decide di rinnovare vari locali ed il loro arredamento. Uno dei primi a subire una trasformazione è spesso il bagno. Questo rappresenta uno dei luoghi più frequentati dell’abitazione ed in cui si passano diversi momenti della giornata, in particolare al mattino o alla sera per rilassarsi, magari per fare una bella doccia calda.

Tuttavia, il rifacimento del bagno a Roma o da qualsiasi altra parte non è semplice da effettuare, in quanto bisogna saper scegliere bene innanzitutto i materiali dei sanitari o degli accessori presenti in questo locale. Inoltre, bisogna utilizzare le capacità e l’esperienza di professionisti del settore, come quelli di Edildomus impianti, per l’installazione ottimale di questi elementi. Comunque, bisogna tener conto innanzitutto dei materiali da scegliere, ma quali sono appunto quelli tra cui optare? Andiamo a scoprirlo.

La doccia e la vasca da bagno, luoghi di relax assoluto

Per quanto riguarda le docce, tra i materiali migliori vi sono: l’acrilico, che permette di essere realizzato in varie misure, anche non standard, e che assicura poi una notevole praticità e facilità d’uso; la ceramica, che rappresenta un ottimo prodotto, soprattutto per avere piatti doccia di spessore ridotto; infine, la resina che fornisce considerevole resistenza ma anche notevole flessibilità in fatto di stile, colori e dimensioni.

Per quanto riguarda la vasca da bagno, invece, ad alcuni materiali di cui abbiamo parlato in precedenza, come ad esempio la ceramica, se ne aggiungono altri che possono essere utilizzati in base al tipo di bagno che si vuole realizzare ed allo stile che si desidera ottenere. Di conseguenza si può optare tra vetroresina, ghisa, acciaio stampato smaltato (molto diffuso) oppure la plastica con rinforzi di fibre di vetro o acrilico.

Lavandini, bidet e water, una combinazione di stile ed igiene

Per quanto riguarda i primi, i materiali più utilizzati sono la ceramica bianca e colorata, che forniscono uno stile classico all’ambiente, mentre l’uso invece di cristallo o acciaio inox rappresentano soluzioni meno diffuse ma con un effetto maggiormente moderno ed originale. Ancora più rare sono invece le opzioni con il cosiddetto metacrilato (una sorta di materiale di origine plastica) ed il mineralmarmo (combinazione di marmo e minerali vari).

Per ciò che concerne poi water e bidet, la scelta dei materiali potrebbe risultare più limitata rispetto ad altri elementi del bagno. Generalmente, il prodotto maggiormente utilizzato è la ceramica, seguito poi dal vetrochina bianco e gres porcellanato. Tuttavia, non mancano soluzioni un po' più avveniristiche ed originali, come in fibra di carbonio (di colore scuro) e Techstone, una combinazione di minerali naturali e polimeri.     

You may also like...